redazione@gazzettadegliaurunci.it

NO ALLE TENSIONI A DANNO DEI CITTADINI E DELLE FORZE DELL’ORDINE

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Assalto Cgil. Informazione di regime?

Se arrivano persone che compiono violazioni di legge e poi sono targate dai media come di estrema destra oppure di estrema sinistra, è bene ricordare a tutti il dovere di intervenire per evitare il successo di una nuova strategia della tensione, attivata nell’oscurità, da chi comanda l’economia della Paese a suo esclusivo vantaggio, facendo aumentare le disuguaglianze economiche a danno dei cittadini.

Ecco cosa scriveva il 19 gennaio 2020 il SOLE24ORE sulla situazione economica: “Il patrimonio del 5% più ricco degli italiani (titolare del 41% della ricchezza nazionale netta) è superiore a tutta la ricchezza detenuta dall’80% più povero”.

Riguardo al 2020, aprendo https://www.oxfamitalia.org/wp-content/uploads/2021/01/FINAL_DisuguItalia_2021.pdf leggiamo: “In attesa di vagliare gli impatti della crisi sulla distribuzione della ricchezza in Italia, dati granulari (Lista Forbes) registrano un aumento nei primi 9 mesi della pandemia di 45,7 miliardi di euro del valore patrimoniale dei 36 miliardari italiani più facoltosi.”.

Nel 2021, pur non avendone i dati, sicuramente la forbice delle disuguaglianze è ancora più grande e da attribuire alla gestione dei governi Conte 1 e 2 e a seguire Draghi.

Per quanto detto, ci siano e ci saranno manifestazioni ma, è inaccettabile che ci siano feriti tra le Forze dell’Ordine (9 ottobre 2021,38 feriti a Roma) perché significa far vincere la strategia della tensione a vantaggio dei ricchi.

Dunque, è dovere di tutti ricordare a chi manifesta che non devono MAI schierarsi, offendere o colpire le Forze dell’Ordine.

Chi attacca le Forze dell’Ordine e/o incentiva a farlo deve essere isolato, fotografato e denunciato.

In occasione di manifestazioni, le Forze dell’Ordine ricevono l’ordine di impedire avvicinamenti a zone protette, quindi, poiché la manifestazione ha successo anche se si ferma davanti ai loro schieramenti, scioglierla e riproporla in altra data sotto le abitazioni di chi abbiamo eletto a rappresentarci in parlamento ma non si oppone alla gestione in emergenza del Paese, dimettendosi oppure allestendo una tenda in una piazza per mettersi a disposizione dei cittadini e lavorare con loro.

Pier Luigi Ciolli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

periodico

Mese di Ottobre

sostienici

carte-2

link utili