redazione@gazzettadegliaurunci.it

Priverno: V° Festival della Poesia

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

POESIE IN LIBERTA’

Dialogo tra parole, musica e danza

3 GIUGNO 2022 ORE 20,30

Piazza Giovanni XXIII Priverno

La poesia torna a Priverno, dopo due anni di silenzio, imposto dall’emergenza sanitaria. Il festival della poesia giunge quest’anno alla sua quinta edizione.

Si tratta di uno tra gli eventi di maggior richiamo culturale di Priverno, nato per iniziativa del gruppo Arte Libera, presieduto dall’artista Tiziana Pietrobono, realizzato con il patrocinio del Comune di Priverno.

Cuore pulsante del festival sono le poesie di 30 poeti provenienti da Priverno, dai Lepini, dalla Ciociaria e da Roma. Nei versi si rispecchiano il vissuto personale di ogni autore e la tradizione del territorio locale. Sono poesie libere, senza vincoli, in cui all’italiano si affianca il vernacolo.

Le altre due protagoniste dell’evento sono la musica e la danza. La musica è rappresentata dai componimenti inediti dei Maestri Fabiana Giangregorio e Eleonora Brusca e dalle esibizioni del cantautore Daniele Monti, accompagnato dal chitarrista Antonio Bono, mentre i ballerini Claudia Pilloni e Giuseppe Elia danzano sulle note e versi.

L’obiettivo perseguito nelle edizioni passate e anche in quest’ultima dal gruppo Arte Libera e dal suo Presidente Tiziana Pietrobono è proprio quello di mettere in scena un dialogo aperto e armonioso tra le diverse arti, che possa trasportare in poche ore lo spettatore lontano dalla sua realtà quotidiana, oltre che dare spazio alla creatività di ogni individuo. Un tratto caratterizzante di questa quinta edizione, è il ricordo di personalità che hanno contribuito all’arricchimento culturale di Priverno.

In onore alla memoria del Dottore Maurizio Pietrobono sono proposti i suoi nostalgici versi in vernacolo, mentre Crocifissa Del Frate è ricordata attraverso le sue poesie dalla profonda semplicità. Un omaggio speciale è dedicato al giornalista, professore e scrittore Mario Giorgi, con la declamazione della sua amata poesia A Silvia, di Giacomo Leopardi, da parte di Tiziana Pietrobono, che ha voluto dedicare a lui il festival. Alla serata del 3 giugno che si svolge sotto i suggestivi portici di Piazza San Giovanni XXIII, si accompagna il volume che raccoglie le poesie, gli spartiti di ogni componimento inedito e le immagini catturate dai fotografi ufficiali del festival, Angela Pacchiarotti e Carlo Picone, socio fondatore e prezioso collaboratore del gruppo Arte Libera. 

Questo evento, realizzato con passione, dimostra che la poesia è davvero inconsumabile, come affermava Pier Paolo Pasolini.

Ass. Culturale Gruppo Arte Libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

link utili

sostienici

carte-2

periodico

Mese di Ottobre